City break a Istanbul

Istanbul, una delle più grandi città europee con una popolazione in rapida crescita ogni giorno, è il centro economico, culturale e storico della Turchia. Questa magnifica città si trova su due continenti divisi dallo stretto del Bosforo, essendo un centro culturale dove si può sentire come una moderna città occidentale sia combinata con una tradizionale città orientale. Sin dalla fondazione di Bisanzio nel VII secolo, la città ha sempre avuto un ruolo importante nella storia dell’umanità ed è per questo che spesso la chiamano la Seconda Roma. Istanbul è la città che non dorme quasi mai e offre sia la tradizione che la modernità, e una volta che andate lì, vedrete perché tutti vogliono tornare.

Istanbul è un luogo che potete esplorare all’infinito, ma se avete intenzione di visitarlo per la prima volta, date un’occhiata a questo piano di 4 giorni per una vacanza fantastica a Istanbul!

Primo giorno

Istanbul ha due aeroporti, il nuovo aeroporto Istanbul (al posto di Ataturk) sul lato europeo e l’aeroporto Sabiha Gökcen sul lato asiatico, che sono entrambi a circa 30 minuti di distanza dal distretto centrale di Beyoǧlu tramite bus navetta o taxi.

NOTA: durante il soggiorno a Istanbul, ci sono diversi tipi di trasporto pubblico e per tutti loro è possibile utilizzare la carta del trasporto pubblico – la Istanbul Kart. Il modo più semplice per ottenere la carta è all’aeroporto, ma nel caso lo dimentichiate, potete farlo anche nelle altre due principali fermate di transito, Sultanahmet ed Eminönu. È necessario pagare una tassa di 10 TL non rimborsabile (per la carta e il servizio effettivi) e una quantità della propria scelta da caricare sulla carta. Per ricaricare la carta, potete andare in edicola e piccoli negozi che offrono questo servizio.

Iniziate la giornata nella parte centrale della città, famosa per la piazza principale Taxim e la via principale İstiklâl Caddesi, una strada pedonale lunga 1,6 chilometri piena di negozi, caffè, pasticcerie, ristoranti, pub, enoteche e club, librerie, cinema, gallerie d’arte e musei. La strada è anche speciale per il suo famoso tram rosso che corre tra la piazza Taxim e il Tünel; l’inizio e la fine di Istiklal.

La Turchia è famosa per lo shopping economico e in İstiklâl potete fare uno shopping tipico occidentale nei numerosi negozi di moda come Mango, Koton, Zara, LC Waikiki, Diesel, Nike, Adidas e molti altri, alcuni dei quali sono esentasse. Se cercate qualcosa di più autentico in questa zona, provate a cercare i piccoli passaggi che potete entrare direttamente da Istiklâl, e il più famoso è il Çiçek Pasaji, un tempo conosciuto come luogo di incontro per poeti, scrittori e artisti . Oggi, il passaggio ha un caffè, mercato di pesce fresco e verdura e dei souvenir. Entrate e guardate intorno per sentire l’atmosfera di alcuni tempi passati e dimenticati.

La strada, inoltre, offre tutti i tipi di piatti turchi. Se cercate un posto dove fare colazione, pranzare o un dessert, questa zona ha tutto, dalla cucina tradizionale turca come kebap, künefe, baklava, köfte, lahmacun, dondurma, börek ecc., ai luoghi che offrono cucina asiatica, italiana e internazionale.

Alla fine dell’Istiklâl sorge la Torre di Galata, uno dei simboli più riconoscibili di Istanbul. Si tratta di una torre medievale in pietra a nove piani, alta 66,90 metri che ne fece l’edificio più alto durante l’espansione della colonia genovese a Costantinopoli. Oggi, è una delle attrazioni turistiche più popolari con un ristorante e un caffè nella parte superiore che offrono una vista panoramica mozzafiato dell’intera Istanbul e del Bosforo. Accanto alla Torre di Galata si estende il Ponte di Galata con ristoranti di pesce in fondo, un’ottima scelta per la cena in riva al mare.

Quando scende la notte, vivi l’eccitante e diversificata vita notturna di Beyoĝlu. La metà della popolazione sembra discendere in questo quartiere durante il venerdì e il sabato, ma se ci sei durante la settimana, la zona offre ancora un ampio spettro di caffè, bar sul tetto, jazz café e locali notturni per far festa e bere.

Secondo giorno

A ovest, attraverso il Beyoĝlu si trova la parte essenziale di Istanbul per tutti i principianti, il centro storico o comunemente noto come il Corno d’oro. Il punto di partenza è la magnifica Hagia Sophia (Aya Sofya), prima una basilica cristiana greco-ortodossa, dopo una moschea imperiale e oggi un museo. Mettetevi sotto la splendida cupola alta 50 metri e immergetevi nell’incredibile senso di spazio raggiunto da questo capolavoro architettonico. Al piano superiore si trova la galleria con una frizione di oro scintillante, mosaici figurativi e graffiti vichinghi leggermente graffiati.


Dall’altra parte della Basilica di Santa Sofia si trova un’altra meraviglia architettonica – la Moschea Sultan Ahmet o popolarmente conosciuta come la Moschea Blu. Questo capolavoro funziona ancora come una moschea. Le pareti interne sono costituite da piastrelle blu dipinte a mano e di notte le luci incorniciano le cupole e i minareti delle moschee. È un’attrazione turistica molto popolare, quindi potrete inserire la parte destinata ai turisti a condizione che voi rispettiate le regole musulmane dentro.

Proprio accanto alla Moschea Blu potete entrare nel Museo di Arte Turca e Islamica. L’edificio era precedentemente il Palazzo di Pargalı Ibrahim Pasha, il secondo visir del Solimano il Magnifico. Qui potete vedere la collezione di notevoli esempi di calligrafia islamica, piastrelle e tappeti, nonché le esposizioni etnografiche su varie culture in Turchia.

La prossima tappa è il Palazzo Topkapı, in cima alla lista per ogni visitatore di Istanbul. Questo grande palazzo fu la residenza ufficiale dei sultani ottomani per quasi 400 anni, ed è anche un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO. È stato costruito su una scala enorme con quattro campi e un Harem. Ogni parte del luogo presenta l’incredibile arte islamica, le reliquie sacre e la loro storia. Il palazzo ha un enorme giardino che comprende anche caffè e negozi di musei. Lì potete trovare dei souvenir, ma anche fare delle riprese professionali con il vostro compagno di viaggio vestito da Sultan e Sultana. Tenete presente che le linee per varie mostre nel palazzo possono essere lunghe, quindi dovrete dedicare il resto del giorno al Palazzo Topkapı. L’orario di lavoro va fino alle 16:45 durante l’inverno e alle 18:45 durante l’estate.

Completa la giornata con una cena in alcuni dei ristoranti tradizionali locali intorno al palazzo e un dessert in una famosa pasticceria tradizionale Mado.

Terzo giorno

Iniziate la giornata visitando una delle moschee più affascinanti: la Moschea Süleymaniye. È la seconda moschea più grande della città e uno dei luoghi più famosi di Istanbul. Si trova sul Corno d’Oro, a ovest del ponte di Galata. La moschea fu costruita per ordine di Suleyman il Magnifico dal genio dell’architettura Mimar Sinan. Come in Sultanahmet, sarete in grado di inserire le parti destinate ai turisti rispettando le regole della religione islamica.

Dopo questa meraviglia architettonica, mentre siete lì, potete iscrivervi per l’esperienza più rilassante e indimenticabile – Hamam. Questa parte della città offre l’hamam più antico che ora è la più grande attrazione turistica essendo l’unico che permette a uomini e donne di fare il bagno insieme – Süleymanyie Hamam. Questo tradizionale stabilimento balneare costa 40 € e si paga in contanti, e la prenotazione deve essere prenotata online in anticipo.

Questa zona offre numerosi bar e ristoranti sul tetto dove si può salire e fare una pausa godersi il panorama.

Per provare l’essenza dello stile di vita tradizionale di Istanbul, è necessario visitare i vecchi bazar. Per prima cosa, raggiungi il Grand Bazaar (Kapalıçarşı) camminando attraverso la Fuat Pasa Caddesi. Il mercato si estende approssimativamente da ovest a est tra le moschee di Beyazit e Nuruosmaniye. È uno dei più grandi mercati coperti al mondo che ospita più di 3000 negozi e sicuramente più di un semplice punto panoramico. Questo posto potrebbe sembrare un labirinto, quindi prendetevi un po’ di tempo poiché i prezzi non sono fissi e si tratta di buone vecchie contrattazioni. Qui potete trovare praticamente tutto ciò che volete, dai vestiti, accessori, gioielli agli utensili, tappeti, souvenir, ecc.

Il prossimo mercato coperto famoso dopo il Grand Bazaar è lo Spice Bazaar (Mısır Çarşısı che significa bazar egiziano). Questo mercato è composto da 85 negozi che vendono spezie, delizie turche e altri dolci, gioielli, souvenir e frutta secca e noci. Vince il premio per essere il più colorato, profumato e spesso il più divertente perché potete assaggiare i prodotti offerti. Invece di andare a casa con sapori e profumi familiari, date un’occhiata a quelli esotici come il sommacco, il biber, l’otre e lo zafferano.

Nota: per contrattare come un professionista, ricorda queste poche cose:

  • Il venditore ha il sopravvento, all’inizio
  • non sembrare mai troppo interessato
  • non nominare il vostro miglior prezzo
  • mai affrettare il processo di negoziare

Entrambi i mercati hanno punti per il tè e il kebab tradizionale, quindi potete sedervi e fare una pausa o semplicemente completare la giornata.

Quarto giorno

Dopo aver visitato tutte le attrazioni sul lato europeo, è tempo di attraversare lo stretto del Bosforo. Spesso ignorato dai turisti, il lato asiatico contiene infatti un gran numero di posti degni. Prendete un traghetto da Karaköy a Kadıköy utilizzando la suddetta Istanbul Kart perché vedere Istanbul dal Bosforo è l’esperienza essenziale di Istanbul. Quando a Kadıköy, l’inizio migliore è esplorare il mercato all’aperto. Potete passare un po’ di tempo a fare shopping o semplicemente rilassarvi in una delle numerose pasticcerie, caffetterie e librerie del posto.

Prendete in considerazione la possibilità di fare un giro con il Tram Nostalgico che collega Kadıköy e Moda. Il tram fa un giro quindi è un ottimo modo per esplorare la zona.

Dopo Kadikoy, uno dei posti da visitare è il distretto di Üsküdar, una volta colonia greca. Potete raggiungerlo da Kadıköy prendendo un taxi. Üsküdar è conosciuta per le sue numerose belle moschee, fontane, palazzi e palazzi sul mare, i più famosi dei quali sono la casa Ostrorog, la villa Edib Efendi, la moschea Mihrimah Sultan, il palazzo Beylerbeyi ecc. L’area serviva anche da importante luogo di sepoltura nel cors o della sua storia e restarono molti cimiteri grandi e imponenti.

A 200 metri dalla costa di Üsküdar, su un piccolo isolotto, sorge l’immagine di riferimento della Turchia di oggi – Torre di Leander (Kız Kulesi). È presente in molte immagini e dipinti e, poiché dispone di ristoranti, bar e caffetterie, può essere un ottimo posto per rilassarsi o concludere la giornata con una delle migliori viste di Istanbul.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *